Home News La guida di Rollingsteel.it per sopravvivere al Coronavirus

La guida di Rollingsteel.it per sopravvivere al Coronavirus

by Alessandro Roca

Ciao regaz, bisogna stare a casa, e quindi lo faremo. La situazione è quella che è e non possiamo far altro che prenderne atto, ma noi di RollingSteel non ci fermiamo e quindi vi diamo dei consigli su cosa fare fino al 3 aprile (illusi che tutto finirà). Sfruttate queste tre settimane di pugnet complicazioni per alimentare la vostra passione senza infettare e/o essere infettati.

State a casa e non rompete i maroni, eccovi una bella guida su come sopravvivere a questo periodo dimm

0 – LEGGETE ROLLINGSTEEL.IT

Leggete, ac-cul-turatevi, imparate cose nuove con cui fare gli sburoni, sostenete RS, cose croccanti arriveranno appena sta faccenda sarà finita (sempre che gli americani non ci invadano prima), noi non molliamo nemmeno per sfiga, ma ci serve il vostro supporto!

Eccovi una lista degli articoli più belli che potrete trovare su RollingSteel.it, così non dovete nemmeno stare a cercarli, pigroni!

  • La storia dei videogiochi di guida, tre puntate per scoprire tutto sul vostro passatempo preferito!
  • Una Peugeot 106 con kit maxi e motore Saab 9000 Turbo? Sì, avete letto bene!
  • Il mito delle 125 stradali, quando i giovani avevano degli iPhone da 35 cv
  • La storia del Concorde, perché gli anni ’80, specialmente in questo periodo, ci mancano di breut
  • Honda VTR-SP1, bella e cattiva al punto che le diede alla Ducati, serve altro?
  • Da una vecchia CBR 600F a carburatori ad una Yamaha R1 del 2007 da 180 cv, cosa potrà andare storto?
  • Recensione della mitica Fiat Ritmo 130TC, quando la Fiat ci credeva di brutto!
  • Test su strada della Citroen AX Sport, 7 quintali di grinta francese
  • La nostra guida turistica a Tokyo, per quando riapriranno (se) gli aeroporti
  • Fiat Coupé 2000 20V turbo (elaborata), cattivissima che ti strappa le braccia

Oltre a questi ci sono mille altri articoli, spulciate, sditazzate, troverete sicuramente qualcosa di croccante… tipo la serie di articoli in cui vi raccontiamo la storia del famigerato MidNight Club o dei mitici Kanjozoku di Osaka.

1 – COCCOLATE LA VOSTRA BELLA

Bisogna stare ad almeno un metro di distanza gli uni dagli altri, e quindi quale occasione migliore per dire “Scusa amore, ma non possiamo vederci” e stare con la vostra amata a 2/4 o 3 ruote? Se il vostro garage è nella vostra stessa provincia/comune e non necessitate di permessi speciali, sappiate che potrete fare tutti i lavori di manutenzione che per svariati motivi, avete sempre schivato come i proiettili di Matrix.

In più il non poter andare al bar a scassarvi di birre e aperitivi vi costringe a salvare del budget che potrete spendere per degli upgrade ASSOLUTAMENTE necessari come assetto ribassato e chi più ne ha, più ne metta.

Lucidate e coccolate il vostro ferro in maniera tale che sia perfetto e pronto per il compleanno di RollingSteel non appena l’emergenza sarà rientrata. Perché rientra… e poi ci sarà solo da godere!

2 – NIENTE YOUPORN, DIO VI VEDE

Salvaguardate le vostre diottrie con del sano e puro motorsport in streaming. Le fonti sono le più disparate e ve ne elenco alcune:

Motorsport.tv: il colosso dell’informazione nel mondo delle corse ha anche il suo portale video estremamente ben fornito e fruibile (in parte) gratuitamente dopo la creazione di un account. Se volete investire una piccola domma di denaro, potreste accedere a tutti i contenuti del sito. Anche qui vale la regola “Scusa amore, ma non posso portarci a cena fuori” ed ecco ricavato il budget per l’iscrizione al portale.

Netflix – Drive to survive (stagioni 1 & 2): la F1 (deo gratias) non si ferma e in questo weekend avrà luogo il primo round a Melbourne, Australia. Nel caso non vi dovesse bastare, potrete sempre attingere alla bellissima serie diretta da James Gay-Rees e Paul Martin.

Canale YouTube di Luke Huxham: avete presente il video di una F1 anni ’90 che gira per le colline giapponesi, proprio come noi comuni mortali con le nostre automobiline/motine in Futa? No? Beh, guardateli.

Canale YouTube di Petrolicious: il sito ammmmmmerigano fornisce sempre ottimi spunti su come sperperare una fortuna e farsi cacciare di casa, consigliatissimo in periodo di quarantena e di pippe mentali.

Canale YouTube di Lockk9: NON VEDETELO PRIMA DI SALIRE IN MOTO!!

Canale YouTube di RollingSteel: i video del megadirettore Moruz sono meglio di tutto quello che avete appena letto. E non mi ha neanche pagato per dirlo…

3 – PELLICOLE (NON DA WRAPPING, TAMARRI)

Se vi siete sempre ripromessi di vedere quel bel film e non l’avete mai fatto, bene: ora è il momento. Non sono un grande appassionato di cinema e piuttosto che stare sul divano per due ore di fila preferirei prendermi a schiaffi da solo, ma sono anche conscio di essere un caso limite. Tutto questo per dire che la lista che segue probabilmente non è per nulla aggiornata, quindi mandateci anche le vostre segnalazioni e saremo più che lieti di aggiornarla.

Giorni di tuono – il film preferito dal Direttore, quindi obbligatoriamente in pole, recensito QUI; Di questo film abbiamo anche i poster, coppa dell’olio disegnata dal vento inclusa nel prezzo, lo trovate QUI (le scritte RollingSteel sullo sfondo sono solo per non farmi rubare i disegni, nella stampa non ci sono, ansiosi!)

Fast & Furious 1, 2 e 3 (dal 4° in poi non meritano di esistere in mia opinione), recensito qui sotto;

Veloce come il vento: bello, bellissimo, vi raccontiamo anche la vera storia del “ballerino” QUI;

Closer to the Edge – bellissimo documentario sul TT del 2010, astenersi cardiopatici;

Senna – documentario sul fenomeno brasiliano, bello da lacrime;

Ferrari 312B – documentario sul restauro della Ferrari 312B di F1 fatto da Forghieri ed il suo staff assieme al pilota Paolo Barilla;

Velocità Massima – il Fast & Furios all’italiana, forse più vicino alla realtà;

Road – documentario sulla dinastia Dunlop, per chi è amante delle road races;

Le Mans ’66, la grande sfida – ultima perla del motorsport cinematografico;

24hours of Le Mans – storico, intramontabile, spettacolare docu-film sulla corsa delle corse con l’idolo delle pussy Steve McQueen;

Driven – Sylvester Stallone riesce ad entrare dentro una monoposto, il che è già una valida motivazione per guardarlo, una tamarrata fuori da ogni grazia di dio ma comunque merita che due ore buttate via;

Grand Prix 1966 – La pietra miliare della cinematografia del motorsport;

Indianapolis, pista infernale – Bel film del 1969 con Paul Newmann sulla 500 Miglia di Indianapolis;

Williams 2017 – Docufilm sul team di Groove;

Love the Beast – Documentario con Eric Bana che descrive la passione nella cura e nel restauro di una XB Falcon Coupé del 1974, acquistata dall’attore all’età di 15 anni per 1100 dollari australiani;

McLaren – Film del 2017 sul Bruce McLaren, pilota di F1 e fondatore dell’omonimo team;

Weekend of a Champion – vi siete mai chiesti come fosse un weekend di gara di un pilota di F1 negli anni ’70? Con questo film potrete rivivere un weekend da Jackie Stewart (senza gnocca però);

On Any Sunday (1 & 2) – Steve McQueen racconta la sua passione per le due ruote;

Truth in 24 – Documentario del 2008 che racconta la preparazione del team Audi Sport alla 24 ore di Le Mans;

Grand Prix: The Killer Years – documentario della BBC del 2011 che racconta le corse degli anni ’60 e ’70;

Hitting The Apex – Docufilm che racconta sei piloti della MotoGP: Valentino Rossi, Dani Pedrosa, Marc Marquez, Jorge Lorenzo, Casey Stoner e – sigh! – Marco Simoncelli;

Rush – film che racconta la rivalità (estremamente romanzata) tra Lauda e Hunt;

TOP GUN, cazzo, Top Gun è il migliore!

Uomini veri, film tratto da libro “La stoffa giusta” di Tom Wolfe, che racconta l’epopea dei primi voli sperimentali, fra X-1, X-15 e capsule Mercury;

4 – LEGGETE, CAPRE!

Se il pc dovesse contrarre il CoronaVirus, se il Wi-Fi dovesse andare in intifada, niente panico: ci sono i libri a salvarci. Di seguito alcuni titoli tratti dalla mia libreria, sentitevi liberi di aggiungere altri titoli e di dare spunti agli altri lettori.

  • Ferrari REX: fenomenale, bello, pazzesco, esaustivo, lungo. Perfetto per una quarantena.
  • Piloti che gente: i piloti secondo Enzo Ferrari.
  • Vite da corsa: piccole storie di personaggi transitati nel paddock;
  • Enzo Ferrari: una mega intervista a cura di Enzo Biagi in cui il Drake apre il cuore;
  • Cavallo Pazzo: la storia del pilota di F1 italiano più rock mai esistito: Giuseppe Gabbiani.
  • My Autobiography – Guy Martin: l’autobriografia senza peli sulla lingua del road racer eterno secondo al TT.
  • No Angel: la storia di Bernie Ecclestone che vi farà capire molte cose della F1, il mio preferito dopo Ferrari REX.
  • L’arte di correre sotto la pioggia: io ho un cane che si chiama Enzo, ed ho pianto come un bambino. Bello, ma rimpiango il giorno in cui l’ho comprato perché ti strappa il cuore;
  • Il Secondo è il primo dei perdenti: altro libro sul Drake, non sono mai abbastanza;
  • …però Zanardi da Castelmaggiore: bellissima biografia di Alex Zanardi;
  • Tourist Trophy – Muori o vivi davvero: lo spirito nelle road races nelle parole di Mario Donnini;
  • Tourist Trophy – Vive chi rischia: secondo volume della collana sulle road races, sempre di Donnini;
  • Le mie gioie terribili: il Drake racconta il suo punto di vista sulla vita;
  • In testa: autobiografia (che io ho autografata pa-pa-pero) del cannibale Jonathan Rea;
  • Joey Dunlop – Il re del Tourist Trophy: la storia del fenomeno del TT;
  • Road to Racing: libro fotografico delle corse su strada a cura di Marta Covioli (RoadRacingCore) e di Diego Mola;
  • Schlegelmich – Corse automobilistiche 1962/1973: un viaggio fotografico negli anni ruggenti delle corse attraverso l’obiettivo di uno dei più grandi fotografi del motorsport.

5 – SOSTENETE RS COMPRANDO QUALCHE PATACCO

E questi li hai letti?

2 comments

Avatar
Salvatore Evola 11 Marzo 2020 - 14:16

Veloce come il vento…. (Stefano Accorsi) vedere assolutamente secondo me

Reply
Avatar
Giovanni 21 Aprile 2020 - 20:44

Complimenti
Visti quasi tutti 😉

Aggiungerei The italian Job originale e remake, fuori in 60 secondi ( come sopra), adrenalina blu (tratto da una graphic novel) , punto zero, need for speed, grand prix (1966, mi sembra di ricordare uno dei primi film con riprese effettuate a bordo di F1), il più recente overdrive e Indian la grande sfida…..

Ciao Gio

Reply

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi