Home Auto 8 (più una) valide alternative alla Abarth 595 Competizione

8 (più una) valide alternative alla Abarth 595 Competizione

by Il direttore

Dopo tanto tempo ho voluto provare la Abarth 595 e per l’occasione me ne è capitata fra le mani una in allestimento “Competizione”. Una vera bomba con una meccanica di prim’ordine ma un po’ troppo cara. Talmente cara che ho trovato un po’ di alternative al suo posto.

Vado al dunque: la Abarth 595 Competizione così come la vedete in foto costa circa 33mila euro.

T R E N T A T R E M I L A E U R O ?

T R E N T A T R E M I L A E U R O P E R U N A 5 0 0?

Potete raccontarmi quello che volete, anche che Gesù sia morto dal freddo (nonostante il padre fosse il proprietario della legna) ma oltre trentamila euro per una 500 mi paiono un pelo esagerati, anche se è Abarth. Ci sono una marea di valide alternative alla 595 Competizione con cui buttare nel cesso spendere trentamila euro. Ecco allora una breve – ma esaustiva – lista di cosa ci si potrebbe comprare di altrettanto – se non di più – utile con la stessa pecunia. Giusto per fare un paragone eh.

ALTERNATIVA NUMERO 1 ALLA ABARTH 595:

Un gatto e una fornitura di tonno a vita per mantenerlo. Al costo medio di 1€ l’una, l’acquisto di scatolette di tonno per sfamare un gatto è il miglior investimento che si possa fare. Che meraviglia i gatti, i veri esseri superiori del pianeta: belli come un bimbo di due anni ma indipendenti come uno di 23 (a cui non dovete comprare la macchina o pagare l’affitto per mandarlo a Bologna a fare lo straccione studente).

ALTERNATIVA NUMERO 2 ALLA ABARTH 595:

Sedicimila tubetti di dentifricio: Il dentista costa caro, un giorno potreste – vi auguro di no – ritrovarvi a dover andare in Romania per sistemare quel problemino che in Italia vi costerebbe come una Tipo Diesel (che da questa settimana, guarda un po’, la vendono a meno del benzina) nonostante abbiate passato gli ultimi 40 anni della vostra vita a pagare tasse per la sanità pubblica che se per sfiga avete un problema fate prima ad andare a Lourdes.

ALTERNATIVA NUMERO 3 ALLA ABARTH 595:

Ce l’ho, con 33mila euri potete acquistare seimila e seicento grattini a 5 euro l’uno, tipo il “miliardario” per poi buttarli in giro per la città, rigorosamente per terra, una volta finito di grattare e perdere. Ma non è tutto qui, se siete fortunati, MOLTO fortunati, potreste anche vincere qualcosa. Secondo le statistiche diffuse da chi i grattini li crea e ve li vende (ricordandovi però che il gioco crea dipendenza) il 24,92% dei biglietti è vincente e le probabilità di vincere una cifra compresa fra 500 euro e 10 mila euro è di 1:7813 quindi, cosa aspettate? Tutti a grattare!

ALTERNATIVA NUMERO 4 ALLA ABARTH 595:

Con 33 mila euro potete acquistare circa 4700 di questi meravigliosi set da bagno da utilizzare, rigorosamente nel proprio garage, per cercare di costruire un motore d’aereo partendo da una vecchia turbina ed utilizzando il porta scopino come combustore. Una volta ci ho provato ma quella IHI da Punto GT comprata su subito a 50€ si è inchiodata piuttosto in fretta (lo giuro).

ALTERNATIVA NUMERO 5 ALLA ABARTH 595:

590 droni per poter spiare dalla finestra qualche ragazzetta che si cambia o che si fa i selfie al culo per poter acchiappare la sua piccola dose di ego quotidiana, poverina. Anche perché lo sanno tutti, certe cose sono belle solo da guardare, la donna che tutti vogliamo in casa è ben diversa:

ALTERNATIVA NUMERO 6 ALLA ABARTH 595:

275 anni di abbonamento FULL ACCESS su Brazzers.com: non serve dire altro. Potete anche pensare di fare 265 anni e con quel che resta acquistare un bel Labrador per i tempi bui che verrano.

ALTERNATIVA NUMERO 7 ALLA ABARTH 595:

Con oltre trentamila euro potete acquistare circa 20 Citroen AX 4×4 con le quali organizzare, per la prima volta in Italia, la AX Cup, non male eh. 10 gare su fango terra neve e campetti da calcio della parrocchia per dimostrare chi ce l’ha più lungo.

ALTERNATIVA NUMERO 8 ALLA ABARTH 595:

Potete comprare una Lancia Delta Integrale e diventare i veri re di facebook. Poi quel che resta lo potete buttare in alcool per dimenticarvi della brutta pugnetta che vi siete appena messi in garage:

NON ALTERNATIVA NUMERO 9: UNA ABARTH 595 E BASTA

Oppure potete perseverare e comprare una Abarth 595 Competizione, magari non vi ho convinto, magari vi piace davvero. E dire che la 500 normale non è una brutta macchina peccato che è un po’ un cesso se non fosse per qualche fastidioso difetto. Ne ho avuta una in famiglia abbastanza a lungo da arrivare a decidere di venderla. Quella simpatica 500 1.3 MultiJet “sport” aveva diversi difetti che me l’hanno fatta odiare fortissimo. Primo, l’assetto: qualcuno ha confuso l’idea di “sport” e assetto rigido con “assettodimmerda ti spacco la schiena”: quella macchina era troppo e insensatamente rigida e quei cerchi da 16″ con gomme senza spalla non aiutavano. Pareva di guidare una pallina da ping pong, la macchina letteralmente rimbalzava sulla strada.

Non così però, ahime oramai ho passato i 30 e certe robe sono un ricordo sempre più lontano.

La conseguenza di tutta questa insensata rigidità è stata che, oltre alle innumerevoli bestemmie, tutto dentro la macchina con il tempo ha iniziato a smontarsi: pulsanti dello stereo, pomello del cambio, relè dei vetri laterali che ad ogni buca impazzivano e iniziavano a salire e scendere come dotati di intelligenza propria.

E poi, infine, quella cristo di portiera che mi si richiudeva addosso ogni qualvolta salivo o scendevoCRISTO. Potrei continuare con i sedili senza memoria che ogni volta che facevo salire qualcuno dietro dovevo ritrovarmi la posizione ma a questo punto mi parrebbe di sparare su uno che caga.

In giro però si vedono talmente tante 500 e talmente tante Abarth 500 che con il tempo mi è venuto il dubbio che fosse la mia nostra ad essere difettosa. Era lei ad essere stata costruita con i piedi o veramente in giro esistono così tante persone vittime della moda e di una linea carina e coccolosa che fa sbrum sbrum sbrap sbrap? Considerando che la Fiat è ancora aperta grazie ad una gamma costruita attorno alla linea della 500 la risposta ce l’avrei pronta ma voglio provare ad andare oltre.

Parliamo della 595 Competizione che ho avuto la curiosità di provare: nonostante il nome altisonante e un po’ vinteig, questa 500 è in tutto e per tutto una macchina moderna (anche se il progetto ha almeno 11 anni ma tanto oramai le fiat le vendono già con il certificato ASI, non è una novità). LA 595 Competizione è il #topdigamma della nuova Abarth 500 e, alla modica cifra di 27.000 euro (ma se vi fate un giro sul configuratore non farete fatica ad arrivare a 30k tranquilli anche perché questa macchina senza autobloccante – optional – ha senso come un culo senza buco), ha la pretesa di regalarvi sensazioni simili a quelle che si possono provare a bordo di una vera auto da corsa.

La 595 Competizione, rispetto alle altre versioni (la 595 Barbony, la 595 Spostapoveri e la 595 PezzalCulo) ha il collaudato 1.4 t-jet Fiat dotato di turbina Garrett (al posto della IHI delle altre versioni) e pompato fino alla ragguardevole cifra di 180CV. 180 cavalli a circa 5500 giri ed una coppia massima di ben 250Nm a 3000 giri.

Bene, i più attenti di voi avranno notato sicuramente quanto i valori massimi di questo piccolo quattro cilindri vengano espressi a bassi giri. Questo è il primo “difetto” che ho trovato in questo motore: ha una erogazione che pare molto, troppo, un turbodiesel. Si da gas, si aspetta che la turbina vinca l’inerzia e sbom, un gran tiro (inutile negarlo, sono sempre 180 cavalli) ma… ma poco allungo. Questo motore allunga poco più di 1000 giri in più rispetto ad un diesel di pari cilindrata (il mio 3 cilindri tdi faceva 4500 giri se tirato alla morte e senza senso) e la coppia massima a 3000 giri non aiuta. Fa un bel rumore (un po’ finto e forzato) e tira forte ma ho sentito la mancanza dei 7000 giri violenti (che anche se il contagiri arriva a 7000 non ha alcun senso superare i 6000 massimomassimo).

Ovvio non si può pretendere da un turbo lo stesso allungo di un aspirato ma credo ci siano le giuste vie di mezzo, forse si poteva risparmiare qualcosa sulla potenza massima per avere un motore più sfruttabile e godibile ma allora dopo tutti i ragazzetti del “la mia da 0 a 100”  e del “la GT86 non va” non l’avrebbero comprata quindi FCA ha fatto bene, fino a prova contraria alla fine è il fatturato a parlare quindi bravi.

Ad ogni modo, prima del motore, la prima cosa che salta all’occhio aprendo la portiera di questa macchina (stando attenti che non vi torni indietro sulle caviglie) sono i sedili esageratamente belli. La coppia di sedili con guscio in fibra di carbonio della Sabelt sono veramente una figata questo lo devo ammettere. Il coso rosso per farli ribaltare in avanti poi fa molto “Maverick” quindi non può non essermi piaciuto. Peccato però poi che i suddetti sedili non siano regolabili in altezza (solo in avanti e indietro)  e che quindi la posizione di guida sia un po’ sfigatella. Su questa 500 si è letteralmente seduti come se si fosse su uno sgabello. Non funziona male ma tale posizione non è né comoda né dal feeling sportivo ma questa ad ogni modo non è una colpa, rimane una 500 nata come utilitaria, di più non si poteva fare, forse solo abbassare un po’ la seduta ma amen.

E su strada come va? Eh va bene, c’è poco da dire, il motore tira forte e aiuta nei sorpassi peccato che l’intervento del turbo sia molto brusco e le reazioni di coppia al volante siano veramente esagerate, quando si da tutto gas bisogna tenerlo fermo per bene onde evitare di sbandare vistosamente di lato. Altra cosa che mi ha colpito positivamente è l’impianto frenante: su questa versione c’è un impianto completo Brembo con quattro dischi forati (molto bello) che fa il suo lavoro in maniera impeccabile. Cristo tutta la dotazione di questa macchina è di prim’ordine ma c’è costantemente quel “ma” che mi rimbomba nella testa.

Va forte, ma. Tira forte, ma. Frena bene, ma.

Ma c’è qualcosa che non torna. La dotazione è eccellente MA forse è sulla macchina sbagliata. Nonostante questa Abarth 595 non si faccia mancare nulla (compreso l’assetto Koni) credo che essa stessa sia il proprio limite. Tutta la dotazione tecnica è di prim’ordine ma è infilata all’interno del corpo vettura sbagliato. È troppo corta e alta per risultare veramente sportiva (che poi, cosa significa “sportiva”?) ma comunque è veloce, nervosa e scattante e, se non state attenti, pericolosa. Il passo corto e tutta quella potenza possono regalarvi brutte sorprese se non state in orecchia. Probabilmente è anche molto efficace, sono sicuro che in pista potrebbe risultare persino divertente ma, l’ho guidata per un pomeriggio in città e l’ho trovata un po’ fastidiosa. Scomoda e stretta e con quella posizione di guida, è una 500 che va fortissimo ma ha perso completamente la comodità di avere una macchina piccola e agile come la 500. Anche solo per fare manovra, con quei sedili, piovono bestemmie.

Questa 595 Competizione è un po’ come un leone dentro ad una scatoletta di tonno, è tutto un po’ troppo per essere veramente godibile (a meno che non abitiate su per il Passo Pordoi, a quel punto, oltre ad invidiarvi, potrei capire il senso di questa macchina – forse) e sfruttabile in una situazione quotidiana. Forse a questo punto è molto ma molto meglio la Abarth “normale” che, con tutti i suoi limiti, ha molto più senso ed è molto più a suo agio con la quotidianità. Per andare forte (anche di più) e divertirsi (anche di più) si può spendere molto di meno ed avere per le mani auto molto più efficaci divertenti e capaci di insegnarti a guidare (cosa che il turbo non fa), non è solo la potenza a fare di una macchina una macchina sportiva e divertente.

Insomma, credo che il limite della 595 Competizione sia la 500 che le sta attorno, a questo punto, gags a parte, molto meglio comprare la Abarth 500 spostapovery da 144CV (che tanto fa sbrap sbrap lo stesso e alle gnocche piace anche se non ha 180CV ed è questo quello che interessa veramente a noi) che è molto più equilibrata e con la quale vi resteranno in tasca due spicci per comprarvi una macchina seria e un po’ di patacchi nel nostro shoppe.

 

E questi li hai letti?

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi